Meeting Società di Eccellenza: proposte varie soluzioni per individuare nuovo format del campionato regionale 

C’è stata grande partecipazione al Meeting delle Società aventi diritto a partecipare al Campionato Regionale di Eccellenza della stagione sportiva 2022/2023, organizzato dal C.R. Puglia LND ieri presso il Centro Congressi “The Nicolaus Hotel” di Bari.

La riunione, a cui hanno partecipato anche i Componenti il Consiglio Direttivo nonché i Rappresentanti di AIAC e AIC Puglia, ha avuto lo scopo di acquisire suggerimenti e indicazioni per la programmazione dell’attività agonistica del Campionato Regionale di Eccellenza della stagione sportiva 2022/2023, di approfondire le tematiche inerenti i possibili format che il C.R. Puglia LND ha intenzione di adottare per le prossime due stagioni sportive 2022/2023 – 2023/2024, nonché di valutare eventuali modifiche all’attuale formula della Coppa Italia regionale.

Presenti ben 19 club in presenza più due con delega, oltre le quattro Società di Promozione invitate dal Presidente Vito Tisci alla riunione (Avetrana, Foggia Incedit, Novoli e Orta Nova). «I rappresentanti legali di Matino e Otranto – ha spiegato il vertice del Comitato Regionale – mi hanno chiamato delegandomi ogni scelta e mostrandomi la propria vicinanza. Vedremo cosa accadrà nelle prossime settimane: quando si discute in maniera costruttiva e non strumentale il discorso cambia completamente. Il prossimo 26 luglio è in programma una riunione di Consiglio Direttivo che ratificherà le decisioni assunte sulla scorta di quanto proposto dalla maggioranza delle Società di Eccellenza intervenute».

Tra le varie proposte formulate dal Comitato Regionale, quella più sollecitata dalle Società (98%) ha confermato la volontà di mantenere l’Eccellenza sdoppiata in due gironi con l’introduzione dei playoff per rendere ancora più avvincente la principale competizione regionale di Calcio a 11. Per quanto concerne la Coppa Italia, invece, è stato proposto di programmare gli accoppiamenti eliminatori attraverso un sorteggio semi-integrale (effettuato per ciascun girone di competenza), al posto di adottare il vecchio criterio della vicinorietà geografica. «È stato un incontro molto utile e produttivo – ha proseguito Vito Tisci – pertanto posso ritenermi soddisfatto. Abbiamo proposto alle nostre Società di Eccellenza quattro possibili soluzioni per il nuovo format del campionato regionale, cercando di valutare attentamente cosa non ha funzionato nel recente passato. I Dirigenti intervenuti sono stati collaborativi, dimostrando di apprezzare gli sforzi fatti dal Comitato Regionale per innalzare il livello di competitività della nostra Eccellenza a partire da questa stagione sportiva e per il futuro. Sono molto fiducioso: dopo due anni di pandemia, il calcio dilettantistico può ripartire con motivazioni ancora più grandi. C’è rammarico per il Grottaglie, che ha rinunciato all’Eccellenza con un messaggio di posta elettronica certificata. Perdiamo una grossa realtà, ma auguro a tutta la città una pronta risalita nelle categorie di sua pertinenza».

Comunicato LND sul proprio sito ufficiale