Brescia: Inzaghi, ’Potevamo anche vincerla’

“È stata una partita equilibrata, anche se a un certo punto ho sperato di vincerla – analizza Filippo Inzaghi, tecnico del Brescia, dopo l’1-1 con il Lecce -. Le occasioni di Sabelli, Proia e Tramoni sono state clamorose, ma anche il Lecce, con Strefezza e Coda, ha avuto le sue opportunità. Sul campo di quella che ritengo la favorita numero uno, abbiamo ribattuto colpo su colpo. Bene anche in difesa, avevamo contro i migliori attaccanti del campionato”

“Chi mi piacerebbe allenare del Lecce? A Calabresi, Tuia e Coda devo molto perché mi hanno dato tanto, con loro ho avuto un rapporto splendido. Uomini e calciatori che stimo molto e che in un campionato difficile come quella di B fanno la differenza”.

“Classifica? Gli scontri diretti sono stati caratterizzati da episodi, alla fine sono sempre i dettagli a fare la differenza. In tutti i big match che abbiamo affrontato, ce la siamo sempre giocata uscendo forte: anche a Cremona, dove abbiamo perso. Ci sono nove partite, nelle prossime tre proveremo l’allungo”.