Eccellenza: Giudice sportivo per le gare del 20 febbraio

ECCELLENZA

CALCIATORI – Tre giornate a Andrea Stella (Castellaneta); due giornate a Francesco Innangi (Vieste); una giornata a Andrea Cicerello (Ugento), Luca Gubello (Ugento), Savino Vurchio (Real Siti), Giuseppe Aquaro (Sava), Nicolas Martinez (Castellaneta), Cosimo Coccioli (Manduria), Michele Coco (San Marco), Vincenzo De Palma (Ginosa), Paolo P. Augelli (San Marco).

ALLENATORI – Squalifica sino al 03-03-22 per Mimmo Oliva (Gallipoli F.).

DIRIGENTI – Inibizione sino al 03-03-22 per Giuseppe Ferrino (Virtus Mola).

AMMENDE – 100 euro al Corato.

COPPA ITALIA ECCELLENZA

CALCIATORI – Una giornata per Carlo Vicedomini (Barletta), M.E. Cerutti, Rocco Mangialardi, Sebastiano Brescia, Francisco Delgado (Martina).

DIRIGENTI – Inibizione sino al 31-10-22 per Pietro Lacarbonara (Martina: “In qualità di Presidente, al momento della premiazione, proferiva frasi ingiuriose nei confronti del Direttore di gara e degli assistenti; lo stesso proferiva frasi gravemente irriguardose ed ingiuriose nei confronti del Commissario di campo; successivamente inveiva con medesimo atteggiamento innanzi descritto nei confronti delle Istituzioni Federali, proferendo più volte espressioni gravemente offensive e lesive della dignità personale del Presidente del Comitato Regionale, il tutto in presenza degli Organi Federali e di entrambe le squadre;tale condotta continuava sino al rientro negli spogliatoi al termine della cerimonia di premiazione”).

AMMENDE – 1.000 euro al Martina (“Propri sostenitori accendevano 8 fumogeni nel proprio settore lanciandone uno in campo senza conseguenze; al termine del 1º tempo propri sostenitori lanciavano in campo numerose aste di bandiere in plastica dura contro i giocatori avversari, una delle quali colpiva un calciatore avversario senza conseguenze; a fine gara il Presidente della società proferiva pubblicamente frasi ingiuriose nei confronti del Presidente del Comitato Regionale; detta condotta è continuata fino al rientro negli spogliatoi; al rientro negli spogliatoi il gruppo squadra staccava e calpestava un’effige del Molfetta Calcio rompendola”); 400 euro al Barletta (“Propri sostenitori accendevano 23 fumogeni nel proprio settore senza conseguenze (1^ RECIDIVA); durante il 1º tempo il Direttore di gara allontanava una persona non identificata riconducibile alla società; per tutta la durata della gara i raccattapalle predisposti dalla società ritardavano la ripresa del gioco nascondendo i palloni”).